Una raccolta punti (c)Esso

3 Mar

 

Con una raccolta punti che è in bilico tra la truffa e la presa per il culo, la Esso torna a proporre ai suoi clienti una bicicletta Pininfarina. Per averla servono 9.980 punti (uno per ogni litro di carburante acquistato) + 120 euro. Premesso che prendere una bici a forza di pieni di carburante è come mettere in palio una bibbia a una gara di bestemmie, offrire un romantico week end a chi picchia di più la moglie, assegnare il nobel della pace a un cecchino… Insomma, premesso questo, la propaganda Esso è straordinaria e merita di essere analizzata frase per frase.

Evita il traffico – spiega Esso – e fai del sano esercizio con la bicicletta pieghevole in alluminio Pininfarina.

Maddai!? Ma come caspita si fa? Per evitare il traffico e fare sano esercizio fisico bisogna stare nel traffico, immobili, consumando pantagrueliche quantità di carburante?

Come tutti i prodotti del grande designer italiano – prosegue Esso – questa bici da città combina un’ingegneria avanzata ad un fantastico design innovativo.

Ingegneria avanzata? Design italiano? Innovativo? Ma ci faccia il piacere! Questa Pininfarina non è Farina del sacco di Pinin! Il grande designer italiano ha spudoratamente copiato (come dimostra la foto sotto) una pieghevole della Dahon (statunitense, ma prodotta a Taiwan, a Macao e in Cina). L’unico intervento del grande designer italiano? Cambiarle colore, come fa un ladro di biciclette qualsiasi, e metterci la sua firma. Clap clap clap… sia alla Esso sia al grande designer italiano.

Questa versatile bicicletta Pininfarina – conclude Esso – è il modo migliore per spostarsi in città. 

E allora per quale cazzo di motivo dovrei fermarmi a un distributore Esso a mettere benza?

Ma soprattutto, fatti due conti, ecco la truffa. Per vincere la bici bisogna comprare da Esso 15.000 euro di benzina. Quindicimila! E poi metterci sopra altri 120 euro cash! Per avere una bici che, con tutto il grasso che cola dai distributori Esso, vale sì e no 150 euro. Vabbé che si tratta di automobilisti, ma è mai possibile che la Esso li tratti da più stupidi di quello che sono?

Bicicletta Pininfarina e bicicletta Dahon a confronto. Guardare per credere!

64 Risposte to “Una raccolta punti (c)Esso”

  1. Filippo 3 marzo 2011 a 10:07 #

    Certo che è un bel match, tra quale delle due bici (quella precedente verde e questa bianca) fa più pena. E poi devi avere qualche problema per salirci in sella (problema fisico.. ma anche mentale mi vien da dire).
    I 120 neuri dovrebbero darmeli loro, per andare in giro con un attrezzo focomelico del genere..

  2. maurizio 3 marzo 2011 a 11:32 #

    premesso che condivido le osservazioni sulla campagna pubblicitaria credo,da un giro fatto in rete, che la bici dahon sia difficilmente acquistabile a meno di 1000 euro,altro che 150.
    Saluti

    • lerane 3 marzo 2011 a 17:10 #

      Caro Maurizio, hai perfettamente ragione a proposito della Dahon. Ma tra la Dahon e la Pininfarina c’è solo un’analogia estetica: la prima ha una componentistica (cambi, freni, guarnitura ecc di qualit) e un talaio in alluminio di eccellente qualità e con particolari soluzioni tecnologiche per le giunture. La seconda è accessoriata da supermercato e l’alluminio è quello della Coca Cola.

      • Filippo 3 marzo 2011 a 19:34 #

        almeno la coca te la bevi..;)

  3. Paolo 6 marzo 2011 a 23:43 #

    la bici della Pininfarina te la presentano già con la sella bassa e le gomme sgonfie, da perfetto automobilista che va a comprare le sigarette dal tabacchino in fondo alla strada.

    Il design è così originale poi…

    • lerane 7 marzo 2011 a 19:56 #

      questa della sella bassa è un’ottima osservazione!

  4. beppe 9 marzo 2011 a 20:54 #

    ma tutte le raccolte punti (esso-shell agip ecc.)sono grandi imbrogli,ma purtroppo i punti ci sono e se non li prendi tu li tengono i benzinai che cosi si beccano pure i premi.ci vorrebbe che chi non fa la raccolta punti paghi meno il carburante. mah campa cavallo….

  5. giuseppe 10 marzo 2011 a 08:11 #

    faccio prima a comprarla nuova che la pago oure meno,con 15000 euro mi prendo un auto nuova ad impianto a gas

  6. gianni 10 marzo 2011 a 20:48 #

    Era ora che qualcuno si accorgesse!!!!!
    Proporre una bici mtb in omaggio, si fa per dire, con l’aggiunta di (mi pare) 90€ e’ davvero una bell’azione di marketing, considerando che quello e’ il suo valore effettivo!!!! Cio’ che mi stupisce e’ come un designer di prestigio possa abbassarsi a tal punto…. Diffidate gente, diffidate……

  7. paolo 14 settembre 2011 a 21:25 #

    Qui sono tutti professori senza aver letto il libro …
    Se anziché sparare a pallini giusto per il gusto di farlo e sentirsi dei grandi, l’autore del post e i successivi commentatori si fossero un minimo documentati, avrebbero scoperto che la bici in questione è una bici ‘autorizzata’ Dahon. E siccome Dahon fa bici da 6-700euro non va certo a sputtanarsi con materiali di seconda qualità. Come faccio a saperlo? Letto codesto presuntuosissimo blog sono semplicemente andato in una stazione Esso e guardando la bici ho preso nota di un adesivo posto sul telazio con scritto in inglese :”Autorizzata da Dahon”. Ergo, cari saccentoni, nessun plagio, nessuna truffa.
    Che poi ci si possa lamentare del fatto che Pininfarina presti il proprio nome a un semplice cambio di colore (e non di design), questo indubbiamente ci sta.
    Rivalutato l’oggetto in sé (che costa al rivenditore 340euro, e che il rivenditore ricarica come tutti i negozi, qualunque cosa vendano, del 100%, ovvero i 6-700euro finali al consumatore), ai saccentoni che ricordano l’esborso di carburante, ricordo che tale esborso, grazie anche al nano-govermno che magari i saccentoni hanno pure votato, se ne va in tasse per il 60-70% !! In sintesi su un litro di benzina a 1,473euro/litro iva e accisa incidono per 0,810euro, lascinado alla Esso 0,664euro/litro. Ergo la Esso ti da una bici non ogni 15.000 euro come ha scritto qualche sempliciotto, ma ogni 6.627euro, Ma attenzione questo è il fatturato, cui vanno sottrati costi del prodotto, distribuzione, struttura, personale, e alla fine alla compagnia petrolifera restano circa 0,14 euro/litro lordi ! In sintesi sulla tua vituperata benzina (che poi tutti usiamo a seconda delle ns esigenze), la Esso o chi per lei ci avrà quadagnato quasi 1.400 euro lordi. E dunque questi sono i rapporti: mi fai guadagnare 1.400euro, ce ne aggiungi 120 e io ti do una bici del valore di 340euro. A me non sembra scandaloso. Certo se poi si ha la pretesa (fallita) di voler imitare Beppe Grillo senza averne la capacità di obiettiva analisi, allora qualunque cosa va bene per gridare allo scandalo, ma lo scandolo è dentro al proprio cervello, e non certo dentro la bici Esso (e non ho nessun parente né amico che lavora alla Esso o simili, tanto per …).

    • lerane 21 settembre 2011 a 14:31 #

      credo a tutto quello che dici e credo anche al fatto che non hai nessun parente né amico che lavora alla Esso o simili. Sei tu che lavori in una pompa di benzina!

    • lerane 21 settembre 2011 a 14:34 #

      P.S. Paolo comunque sei molto simpatico!

    • Filippo 21 settembre 2011 a 15:43 #

      Sarà anche “autorizzata” dehon, ma la bici fa cagare lo stesso. E non occorre neanche salirci sopra per capirlo.
      Se tanto mi da tanto vorrei vedere i famosi prototipi da 7000 euro (e chi li compra poi)…;)

    • giuseppe nocilla 20 ottobre 2011 a 13:48 #

      anche se dopo parecchio tempo confermo in pieno quanto scritto da Paolo. é una settimana che ho caricato in macchina la bicicletta della Esso. mi avvicino alla città. Posteggio in zona tranquilla e mi faccio circa 35 minuti di sana pedalata per arrivare in ufficio. La sera idem al ritorno in macchina. Bicicletta perfetta, leggera e maneggevole oltre che comodissima…..per il bagagliaio della macchina.
      Prima di scrivera a vanvera bisognerebbe essere a conoscenza della realtà delle cose.
      P.S. Non scordatevi mai il caschetto di protezione per la testa.
      Saluti e buona pedalata

      Giuseppe

  8. paolo 22 settembre 2011 a 22:46 #

    Ciao Filippo nulla da eccepire sul tuo giudizio estetico. Io mica ho detto che è bella.
    Ciao Lerane, grazie ricambio

  9. Roberto Soli 9 novembre 2011 a 21:48 #

    Sto cercando QUESTA bici ! E sembra ottenibile solo con i punti della ESSO …. qualcuno sa se è anche acquistabile sul mercato ???

    • lerane 13 dicembre 2011 a 18:11 #

      sì, al mercato nero!

  10. nome falso 22 novembre 2011 a 14:59 #

    IO MI STO’ COSTRUENDO UN ELICOTTERO ELETTRICO BIPOSTO.

    COSI’ NON FACCIO BENZINA, NON STO’ NEL TRAFFICO E NON PEDALO, E CHE PROVINO A FERMARMI . VOGLIO VEDERE QUANTO IN ALTO SANNO SALTARE😛

    • lerane 13 dicembre 2011 a 18:08 #

      grande nome falso, voglio occupare il posto accanto al tuo!

  11. elena 23 marzo 2012 a 17:42 #

    a me hanno proposto la pininfarina dietro pagamento del contributo di 199 euro, pur avendo solo un saldo punti pari a 800….offerta esclusiva fatta a pochi selezionati….forse in questo caso non è male ….che ne dite?

    • lerane 23 marzo 2012 a 22:59 #

      Se poi la usi non e’ per niente male

      • paolo 24 marzo 2012 a 00:06 #

        a me il benzinaio l’aveva offerta a 340euro se senza punti.
        199 mi sembra ottimo!

  12. clemente 3 aprile 2012 a 10:08 #

    anche a me hanno fatto la proposta…entro il 30 aprile 199 euro e il mio saldo carta al 7 marzo 2012…dovrei avere poco piu di mille punti… che mi consigliate…???!!!! ciao a grazie

    • lerane 3 aprile 2012 a 10:41 #

      se poi la usi tutti i giorni, mi sembra un’ottima cosa…

      • clemente 6 aprile 2012 a 17:00 #

        lo ho presa ieri….mi deve arrivare a giorni…poi vi faccio sapere.

      • lerane 6 aprile 2012 a 18:42 #

        aspetto ansiosa…

  13. benzinaio 9 aprile 2012 a 09:03 #

    Paolo!!! no, no, povera esso etc infatti guadagnano poco ed io ad ogni pieno gli lascio anche la mancia… tu no? ed inoltre la benza costava pochissimo quando non c’era il nano-governo ricordi? poi? cosa vogliamo aggiungere?

    • paolo 11 aprile 2012 a 08:24 #

      ciao! Su questo ti do PIENAMENTE ragione. Una volta i punti (ricordate i bollini adesivi argento da incollare sulla tessera) erano dati sulla base non dei litri fatti ma di quanto si pagava. Esemplificando per intenderci una volta 10 euro = 1 bollino, ora invece 10 litri = 1 bollino indipendentemente se 10 ltri ti costano 10 euro o 100 euro !! questo in effetti è scandaloso, come scandaloso è il carico fiscale e di tasse sui carburanti. No davvero nessuna mancia, qui si sono fatti tutti troppo furbi!

  14. mario 6 giugno 2012 a 10:38 #

    volevo prendere la bicicletta pininfarina e mio cugino di firenze mi ha trasferito, tramite il sito esso extras, 6000 punti sulla mia carta, la esso sapete cosa ha fatto?? ………… mi ha bloccato la carta, dicendo che la stessa aveva fatto un uso anomalo. morale, mio cugino ha perso 6000 punti, io tengo una scheda con 11000 punti bloccata

    • lerane 6 giugno 2012 a 15:52 #

      Un (c)Esso… appunto

      • bluestraneo 5 luglio 2012 a 14:06 #

        L’hanno appena proposta anche a me la bici, con un saldo punti di qualche centinaio di unità e 199€..
        Chi l’ha ricevuta ne è rimasto soddisfatto? Me la consigliate o a quella cifra, si può acquistare di meglio?

      • lerane 6 luglio 2012 a 15:22 #

        se la usi, va benissimo

  15. Nome obbligatorio 12 luglio 2012 a 01:25 #

    Io ai tempi in cui erano ancora carissimi i navigatori satellitari, avevo preso un navigatore aggiungendo 70 euro … un anno dopo … costava solo 99 euro in negozio !!! ( ma un anno prima sotto i 250 euro non li trovavi proprio ! Il famoso Mio Map ). La bici l’ha ritirata mia sorella a 190 euro + i punti. L’affare è che metà punti glieli ha regalati la Esso come promozione. Non chiedetemi di più, è tutto quel che so. Come bici è valida. Pneumatici da strada ottimi, fila via come una saponetta. I cambi ed i freni sono perfetti. E’ dotata anche di catarinfrangenti sia anteriori e posteriori. Cavalletto, e supporto inferiore. Bella, direi, Gli accessori ? Al supermercato li devi comprare a parte ! Le bici di solito le vendono nude. E comunque, nulla a che vedere con quelle che costano 150 euro. Direi che con metà punti regalati, è stata un affare. Ma sono curioso di sapere quanto vale ( a mio avviso tra i 500 ed i 600 euro. ).

  16. maurizio 3 settembre 2012 a 20:42 #

    Io la dovrei prenotare a giorni con 15000 punti sudati dopo tre anni e con un contributo di 50 euro,premetto che ho già quella verde ritirata 10 anni fa con un contributo di 199.000 delle vecchie lire e l’avrò usata al massimo 4 o 5 volte,ma il designer mi piace molto

    • lerane 5 settembre 2012 a 11:27 #

      Pedalala molto allora,🙂

      • maurizio 6 settembre 2012 a 19:21 #

        al posto mio cosa faresti visto che spendo almeno 350 o400 euro al mese di carburante?non li prenderesti i punti?e a questo punto visto che tutti gli altri regali fanno pena,con 50 euro almeno ti trovi sta bici,che ne pensi?

      • lerane 6 settembre 2012 a 20:19 #

        penso che non fa una piega

  17. Aurelia 6 ottobre 2012 a 12:32 #

    Anche a me è stata offerta la possibilità di avere la bici con 199€ e ne ho approfittato. L’ho ritirata ieri ed è stupenda. E’ già montata e basta solo inserire la sella, il manubrio e la ruota anteriore. Il sistema di chiusura è semplicissimo e estremamente funzionale, diventa super compatta e facile da trasportare. Volete mettere la comodità di chiudere la bici e salirla a casa in ascensore invece di doverla lasciare giù legata ad un palo, con la paura di non ritrovarla?! Fate un po’ un giro tra i negozi che vendono biciclette..ormai per una bici da passeggio senza nessuna marca chiedono non meno di 130,00€ se poi è mountain bike o comunque con marce ce ne vogliono almeno 140-150€…e avete visto i costi delle bici pieghievoli?! Perchè vi lamentate dunque?! Usiamo l’auto, compriamo il carburante per poter usare l’auto, con l’acquisto di carburante ci regalano punti per poter avere dei “regali” e ci lamentiamo comunque, d’accordo che per i regali ci vogliono tantissimi punti e quasi sempre denaro aggiunto ma: 1) nessuno ci obbliga a riscattare i premi uscendo altri soldi; 2)il carburante pagato l’abbiamo anche usato e i punti sono già di per se un regalo 3)il carburante lo comprano anche aziende/ditte che viaggiano giornalmente per lavoro, i trasportatori, etc..chiedete loro quanto spendono di benzina e in quanto riescono a fare 9000 punti, magari un regalino a loro fa anche piacere!…la verità è che non ci si accontenta mai!

    • lerane 7 ottobre 2012 a 10:21 #

      Il tuo discorso fila, ma fila ancora di più se la bici la usi tutti i giorni e non la lasci lì piegata in casa🙂

      • Aurelia 7 ottobre 2012 a 10:24 #

        Eh beh certo, si parte dal presupposto che chi riscatta/compra la bici, sia anche un appassionato e ne faccia uso😀

  18. Patrizia 9 gennaio 2013 a 12:19 #

    Adesso, con 3900 punti la danno se aggiungi 149 euro invece di 199. La prendo?

    • lerane 9 gennaio 2013 a 13:27 #

      se la usi perché no?

    • edo71 18 gennaio 2013 a 09:37 #

      RAGASSI ! SIAMO MICA QUI A PETTINARE LE BAMBOLE!!
      …a me l’hanno offerta via mail con il residuo punti 2012 (ca.1800 punti) a soli 69 euro.
      Ke ne dite?
      E’ la prima volta che c’ho c.ulo o è ‘na sOla?

      • lerane 18 gennaio 2013 a 14:07 #

        Se la usi al posto della macchina avrai avuto doppiamente culo (risparmi almeno 4000 euro l’anno)

      • UnoCheHaAvutoCulo 19 gennaio 2013 a 16:06 #

        Non hai avuto culo solo tu, anche a me l’hanno offerta a 69€ + il residuo punti (circa 5.600). L’ho già ordinata, considerato che a 69€ è sicuramente un affare, sempre se la usi, non è vero learne? (emoticon occhiolino)

  19. edo71 21 gennaio 2013 a 09:14 #

    ai distributori Esso, non ero il solo fortunato che ha ricevuto la super offerta….ma per ora non hanno ricevuto i codici per effettuare l’aumento punti e consentire il ritiro della bici con soli 69 euro…prima fanno le offerte e poi non si preoccupano di rendere operativa l’offerta! che fenomeni

    • paolo 21 gennaio 2013 a 10:58 #

      boh, io la mia l’ho ritirata settimana scorsa (prenotata prima di capodanno senza problemi): 9980 punti + 69 euro al momento del ritiro. Devo ancora montarla, poi vi dico se è un pacco, ma francamente non credo proprio, essendo una Dahon, marca leader e specializzata in bici pieghevoli da 600euri.

      • edo71 24 gennaio 2013 a 15:58 #

        ai distributori sono arrivati i codici per rendere operativa la promozione (ovvero aumentare i punti fino al 9980).
        …corro a prenotarla!!
        daltronde con 69 euro non avrei comprato manco la “graziella”.
        C’è gente che se la sta rivendendo su e-bay a 250 -300 euro….secondo voi li vale?

      • lerane 24 gennaio 2013 a 16:50 #

        NO!

      • LaStoAspettando 25 gennaio 2013 a 10:21 #

        Come mai secondo te non varrebbe neanche 69€? Deve essere proprio ‘na schifezza sta bicicletta…

      • Paolo 24 gennaio 2013 a 16:38 #

        69 euro (e 9980 punti!) li vale senz’altro, ma anche di più. Le Dahon costano in media 600 euro. Poi questa di sicuro sarà una seconda scelta, però è pur sempre Dahon.
        Ps non l’ho ancora montata (mancano nella confezione una brugola del 5 e la chiave per i pedali), ergo non posso ancora dire come va.
        Cmq a vista la cosa che meglio mi ha sorpreso è il sellino molto ben imbottito, per contro sono rimasto parecchio deluso dalla scarsa qualità della pittura bianca: data a spruzzo opaca, troppo opaca e senza grande finezza. In più c’erano su ditate o macchie …. insomma insomma …

  20. Gianfranco 30 gennaio 2013 a 21:28 #

    dopo tanti sacrifici finalmente è arrivata questa famosa bicicletta, che a mio parere non ha tanto di speciale. la cosa speciale e che ho dovuto sborsare 149,00 euro, che secondo me, non vale che 80 /90 euro al massimo, e io come un coglione ci sono capitato. inoltre lo dovuta portare in officina per farla regolare, il cambio, e parti che non capivo come venivano montate, insomma era tutta squilibrata, e ho dovuto pagare altri 15 euro, totale 164,00 euro – doppio coglione!! una bella promozione da parte della esso per fregare tutti!!

  21. viva la 'biancona'! 18 marzo 2013 a 08:16 #

    non vi capisco.
    1. i punti li ho presi perché con la macchina ci lavoro e gasolio lo devo fare. non è che ho fatto avanti e indietro per la tangenziale così da consumare carburante e fare rifornimento alla esso per avere i punti. quindi proprio non capisco la polemica.
    2. la bici è perfetta per andare in giro con la famiglia la domenica mattina. è comoda, è trasportabile, è fatta bene e a mio giudizio è anche piacevole da guardare. poi se ci si deve scalare il Pordoi allora sono d’accordo con voi che non è il mezzo giusto ma anche solo per fare 50 km e godersi una pedalata vi assicuro che questa ‘biancona’ contribuirà a farvi passare un paio di ore piacevolmente.
    buona biciclettata a tutti e viva la ‘biancona’ che non è male davvero.

    • lerane 22 marzo 2013 a 16:42 #

      l’invito è a pedalare sempre, non a raccogliere punti per poi poter pedalare la domenica. Fa bene a te, fa bene a tutti

      • viva la biancona! 22 marzo 2013 a 17:15 #

        Continuo a non capire.
        Se per lavoro faccio 50.000 km/anno e prendo 30 40 aerei l’anno fatemi capire dove ci stiamo nascondendo? Perbenismo verde? Ho solo detto che coi punti ho preso una bici che per fare la ciclabile con la famiglia e’ perfetta. Per andare sul pordoi serve altro. Non facciamo finta di non capire se hai il lavoro sotto casa a portata di bici e non serve visitare clienti e fornitori e puoi stare nei prati di casa baciati i gomiti!

      • lerane 22 marzo 2013 a 18:04 #

        Ho cambiato casa e tipo di attività. Ma per cinque anni facevo non meno di 80 km al giorno per motivi di lavoro: in bici. Certo non penso sia possibile fare Milano-Roma pedalando o girare con un campionario che pesa 100 chili sulle due ruote. Però le statistiche ci dicono che il 70% degli italiani percorre quotidianamente tragitti inferiori ai 10 chilometri e, nonostante questo, continua a farli in macchina. Detto questo, due cose: a) se tu fai parte di quel 2,7% di italiani che fa più di 50 km/giorno nessuno, ovviamente, ti chiede di farli in bici. b) quella bici alla Esso costa meno del contributo in denaro che gli hai dato. Quindi con te hanno guadagnato due volte: con la benza (o col gasolio) e coi soldi che gli hai dato per la bici. Contento tu…

      • Paolo 22 marzo 2013 a 23:39 #

        Torno a repicare per chi denigra la Biancona (Gianfranco, che così smette di darsi del cogione): le Dahon costano in media 600 euro. E questa è una Dahon. Poi sarà una seconda scelta, però è pur sempre Dahon. Con 80/90 euro neanche una decathlon …
        Poi non so come gli è arrivata a Gianfranco, immagino smontata come la mia. Se si ha un minimo di manualità, pazienza, due brugole, la pompa (che serve sempre) e si legge il manuale si risparmiano anche i 15 euro dell’officina.
        Quanto poi all’idea di privarsi di qualcosa o di denigrarla perché altri ci guadagnano sopra… a parte che non è vero, ma anche se la Dahon gliele avesse regalate, non vedo il problema. Il giorno che lerane inventeranno qualcosa di alternativo al gasolio per le lunghe distanze, faremo la fila da ui e non dalla Esso😉.
        Quanto a me: montata e provata con lo stesso spirito di W la biancona !!! Ovvero (e ricopio tal quale sottoscrivendo ogni parola) la bici è perfetta per andare in giro con la famiglia la domenica mattina. è comoda, è trasportabile, è fatta bene e a mio giudizio è anche piacevole da guardare. poi se ci si deve scalare il Pordoi allora sono d’accordo con voi che non è il mezzo giusto ma anche solo per fare 50 km e godersi una pedalata vi assicuro che questa ‘biancona’ contribuirà a farvi passare un paio di ore piacevolmente.
        Buona biciclettata a tutti e viva la ‘biancona’ che non è male davvero.

      • lerane 25 marzo 2013 a 15:23 #

        Paolo ora ho capito come mai hai raccolto tanti punti: sei un benzinaio Esso che fa tanta pubblicità alla sua casa petrolifera…🙂
        Scherzi a parte: sono contenta che tu sia contento, ma devo darti una brutta notizia. Quella non è una Dahon è una copia (autorizzata) fatta a partire da un disegno di una vecchia Dahon, ma la qualità dei componenti (telaio, ruote, cambi, verniciatura, coperture) non ha niente a che vedere con una Dahon ma è analoga a quella dei modeli basic in vendita da Dacathlon. Quella biancona, al produttore, costa intorno ai 100 euro. E’ una cosa che non sta nemmeno al livello di questa http://www.ebay.it/itm/BICI-26-PIEGHEVOLE-CICLO-CON-CAMBIO-SHIMANO-7-VELOCITA-TELAIO-ALLUMINIO-NUOVA-/251181544363?pt=Biciclette&hash=item3a7b9633ab&_uhb=1#ht_3886wt_1163

      • Paolo 25 marzo 2013 a 22:28 #

        ..azz !!! ma allora Babbo Natale non esiste !!! Cara Lerane preso buona nota … La Biancona resta però un sogno guadagnato in giro per l’Italia a cercare clienti per la mia ditta (che ovviamente non è la Esso ;-)) A proposto quest’anno i premi fanno veramente schifo …. neppure un Triciclo Bianchino …. grazie per simpatico messaggio. I wish you all the best ! ciao

      • lerane 26 marzo 2013 a 21:22 #

        Paolo grazie a te della chiacchierata. Se quando puoi vai a trovare i clienti pedalando il mondo un giorno ti ringrazierà (non solo la Esso).🙂

  22. Paolo 22 marzo 2013 a 23:44 #

    dimenticavo: il cambio a 21 rapporti coi comandi integrati nelle manopole è uno spettacolo di precisione, rapidità e comodità.

  23. alphac 4 giugno 2013 a 14:09 #

    Mah guarda, mi sembra un po’ fondamentalista questo post, ho cercato la pininfarina nell’usato (visto che non ho mai fatto raccolte punti ne mi ci metterei). Non trovandola sotto mano ho comprato questa: http://www.samarbici.it/bici-pieghevoli-pieghevole26city-p-70.html

    Dopo aver confrontato la bici con la pininfarina di un amico, mi sono un po’ pentito di non aver cercato ulteriormente (se ne trovano di praticamente nuove a 200 euro).

    La pininfarina vale almeno 300 Euro se fosse venduta in un normale concessionario:
    Sella e componenti secondarie di qualità più elevata
    Cambio Altus contro Turney
    Sgancio più agile, blocco di chiusura
    Gommata decisamente meglio

    Sempre IMHO

Trackbacks/Pingbacks

  1. Mai gonfiato le gomme « bicisnob - 19 marzo 2011

    […] so, ne ho già parlato qui e qua. Ma come si fa, dopo aver letto gli annunci, a non tornare sull’argomento. Sentite […]

  2. benzina verde | ed allora rallentò... | la tartaruga |La Tartaruga ambientalista - 10 luglio 2012

    […] ritrovato lo stesso discorso proprio ieri sera leggendo il post di Bicisnob sulla Esso, dove pagando un sacco di soldi (9.980 punti, uno per ogni litro di carburante acquistato + 120 […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: