Una patrimoniale sulle auto di grossa cilindrata per finanziare il trasporto pubblico locale

26 Nov

Nel solo 2010, alla faccia della crisi, sono state immatricolate 119.000 autovetture di cilindrata superiore ai 2.000 cc e di costo non inferiore ai 40.000 euro. Tra il 2006 e il 2010 sono stati venduti 11,4 milioni di autoveicoli e l’8% di questi ha una cilindrata superiore a 2.000. Attualmente l’imposta di possesso (il bollo) è sostanzialmente proporzionale al costo d’acquisto (in genere è inferiore all’1% del valore dell’auto) e quindi non ha nessuna caratteristica reale di progressività.

In un momento di pesanti tagli al trasporto pubblico locale mi sembra una soluzione equa quella di far pagare un contributo straordinario (una tantum) a chi possiede autovetture che consumano e inquinano di più e occupano più spazio, destinando l’intero ammontare delle risorse a bus, tram e ferrovie urbane. Una misura del genere, peraltro, sarebbe coerente con l’obiettivo di trasferire il carico fiscale dal lavoro ai consumi, di coinvolgere i patrimoni nel reperimento di risorse straordinarie per i servizi pubblici, di penalizzare i veicoli più inquinanti e dannosi per l’ambiente. Con un’addizionale fortemente progressiva (da 0,75 euro a 3 euro in più per ogni cc che supera i 2.000 di cilindrata) sui veicoli immatricolati nel periodo 2006-2012 (con esclusione dei mezzi speciali per disabili) si potrebbero ottenere circa 2 miliardi di euro. Ecco l’ipotesi di patrimoniale sulle supercar:

In Svizzera, peraltro, a partire dal 1 luglio 2012 è in vigore un meccanismo analogo (e molto più oneroso) che comporterà per l’acquirente di auto con emissioni di CO2 superiori a una determinata soglia un sovrapprezzo pari almeno al 10% del prezzo di listino del veicolo.

3 Risposte to “Una patrimoniale sulle auto di grossa cilindrata per finanziare il trasporto pubblico locale”

  1. Roberto Lanzi 26 novembre 2012 a 10:24 #

    Condivido in linea di principio lo scopo dell’articolo. Tuttavia non parlerei di “patrimoniale per finanziare il trasporto pubblico” ma di “tassa per disincentivare il trasporto privato motorizzato”. I due concetti sono diversi, in quanto le tasse in uno stato a moneta sovrana non finanziano la spesa pubblica ma hanno altri scopi (imposizione dell’uso della moneta tramite gli obblighi fiscali, livellamento delle differenze sociali, controllo dell’inflazione, incentivazione o meno di determinati comportamenti).
    Purtroppo l’euro non è una moneta sovrana (causa principale della crisi europea a mio avviso) e per questo la tassazione serve a finanziare anche la spesa, ma è un’aberrazione dell’eurozona dovuta alla perdita della sovranità monetaria.

    • Bellini Walter 8 marzo 2013 a 16:09 #

      Se decido di acquistare un usato del 2006 di 3000 di cilindrata a poco piu di 12000 euro invece che una Panda sobbarcandomi le spese di bollo e assicurazione maggiori per avere ciò che non mi sarei mai potuto permettere da nuovo, perchè mai dovrei pagare una ulteriore tassa come quella proposta? Cosi facendo si incentiva il consumismo ed è ormai noto a molti che i processi industriali per produrre una nuova auto producono più anidride carbonica di quella che produce un’ auto Euro 4 di seconda o terza mano.E’ ormai accertato che il consumismo con le grandi imprese costruttrici non fanno altro che divorare materie prime ed obbligare le persone ad una vita nelle fabbriche che ha ben poco di costruttivo. Hai mai lavorato in una catena di montaggio? è senz’altro molto più edificante lavorare in proprio anche se l’impegno richiesto è maggiore. Se facciamo sparire del tutto l’artigianato che fine faranno i nostri figli?

      • lerane 22 marzo 2013 a 16:45 #

        Walter sono d’accordo con te. La soluzione è No-AUTO

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: