Il manifesto di #salvaiciclisti

28 Ott

Copioincollo da Simone Fu Dini una spiegazione, credo utile, di cos’è #Salvaiciclisti.

Salvaiciclisti è un’idea di mobilità che diventa libera azione. Chi vuole e può si organizzi e faccia. Salvaiciclisti non è un’etichetta, ma un megafono. Chi vuole e può lo usi. Salvaiciclisti non ha struttura perché le strutture sono lente, farraginose, vulnerabili, prevedibili. Chi vuole e può crei una struttura, ma non pretenda che gli altri si adeguino. Salvaiciclisti è di tutti. Tutti ne siamo attivisti e portavoce. Chi vuole, può e ha capacità, si guadagni lo spazio per diffondere il verbo e ottenere risultati a favore della causa comune. Salvaiciclisti non è una democrazia. Non può esserlo. Una democrazia ha bisogno di strutture, ruoli e procedure che Salvaiciclisti non ha e non può permettersi di avere, se vuole continuare a essere viva, attiva e innovativa. Salvaiciclisti italia è un ossimoro. Già dal 29 Aprile, all’indomani dei Fori Imperiali, chi ha avuto l’onore di lanciare la campagna ha chiamato in causa tutti gli utenti di mobilità leggera di questo paese, esortandoli a “diventare campagna”, a prendere il controllo, a usare Salvaiciclisti a casa propria, in ufficio, nel condominio, in circoscrizione, comune, provincia, regione.

Salvaiciclisti è ciò che ognuno di noi ne fa. Smettiamo di chiederci “cos’è” e “com’è”, facciamo qualcosa di utile.

4 Risposte to “Il manifesto di #salvaiciclisti”

  1. maydaymayday.salvaiciclisti 28 ottobre 2012 a 08:13 #

    note come questa di simone fanno solo bene al movimento #salvaiciclisti perché indipendentemente se in accordo o no con il proseguimento del progetto in questi termini si è manifestata una coerenza con quanto manifestato proprio il 28 aprile ai fori imperiali in roma, adesso chi la pensa in maniera differente si organizzi e soprattutto si conti bene prima di prendere decisioni affrettate, buona presa di coscienza a tutti fabio fioroni…

  2. StefanoM 28 ottobre 2012 a 16:42 #

    D’accordo su tutto

  3. vespista2001 30 ottobre 2012 a 21:43 #

    16Km andata, 16km ritorno. Sole, nebbia, caldo o freddo, io vado in bici e mollo l’auto! se vale, almeno come testimonianza qualcosa faccio.

    • lerane 30 ottobre 2012 a 23:05 #

      Vale, eccome se vale

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: