Cambiare il mondo con un ciao

22 Ott

Sempre più frequentemente mi capita di scambiare un cenno d’intesa quando incrocio un altro ciclista sulle arterie urbane. A volte è un piccolo movimento del capo, a volte un ciao, un sorriso, uno sguardo complice. Talora il ciao parte da me, talora rispondo al saluto. Se la direzione è la stessa, magari mi ritrovo qualcuno a ruota o, al contrario, sono io a infilare la scia di un altro. E ci sono quelli con cui ti affianchi e scambi due parole e quelli con cui pedali in silenzio fino a che l’incrocio non ti divide. Perfetti sconosciuti che provano piacere nel condividere un piccolo tratto di strada, nel riconoscersi, nel sentirsi uniti dalla scelta di muoversi diversamente e di vivere diversamente la città. Mi chiedo che senso ha quel ciao. E’ un codice per iniziati? Un messaggio di appartenenza a un gruppo ristretto, a un’élite, a un’avanguardia? Un segnale di ribellione nei confronti dell’ingorgo e del rumore che ci sovrasta? Un’allegra chiamata alle armi? Niente affatto. Niente di tutto questo. Non c’è violenza né voglia di rinchiudersi in una nicchia, di creare un circolo chiuso, esclusivo e riservato.

Ci si saluta perché si scopre (o si riscopre) il senso della comunità, delle relazioni sociali e – attraverso il movimento umano in spazi che assumono un senso solo se popolati dall’uomo e non dalle macchine – si gode della bellezza e dell’armonia delle città. Lo so, sono ingenua. Non tantissimo, perché mi rendo conto della mia ingenuità, ma abbastanza per pensare che quel ciao possa contribuire a rendere meno insostenibili le nostre città, che possa addirittura essere un punto di partenza per riannodare i fili di una rete di relazioni tra le persone e che questo senso di condivisione (di un veicolo, di una strada, di un quartiere) possa sollecitare e stimolare cambiamenti positivi non solo nella mobilità, ma anche nel modo di gestire e usare lo spazio urbano e i rapporti interpersonali.

Per questo mi permetto di incoraggiare il saluto e vi chiedo di fare altrettanto. Di più: se potessi, istituirei una giornata nazionale del ciao durante la quale le persone (tutti, non solo i ciclisti), si dicono ciao quando s’incrociano per strada, si sorridono, si stringono la mano, scambiano due chiacchiere. Per scoprire che con molti di quelli che non conosciamo abbiamo ancora qualcosa da dirci e magari molte più cose in comune di quelle che ora ci separano.

Advertisements

5 Risposte to “Cambiare il mondo con un ciao”

  1. Emanuele 22 ottobre 2012 a 12:35 #

    Io non saluto tutti i ciclisti che incontro pedalando ma uno sguardo di intesa c’è sempre. E’ sicuramente un modo di sentirsi parte di una stessa comunità.

    Tale gesto ho scoperto che non è prerogativa dei ciclisti, io rimasi stupito quando andai a trovare mio fratello che viveva in un paesino del nord dell’Inghilterra. Li con la macchina si saluta ogni altro automobilista, ciclista, pedone ecc. che si incontra nel senso di marcia contrario. Sia che lo si conosca che non lo si conosca.

    Questo a Roma sembra un’assurdità, quando non si conosce neanche il vicino di casa.

    • lerane 22 ottobre 2012 a 17:39 #

      Mi piace questo posto dove si salutano tutti. ByByLand

      • Emanuele 23 ottobre 2012 a 05:02 #

        Seaham nella contea di Durham

  2. verastazioncina 22 ottobre 2012 a 13:53 #

    Ciao! 🙂

  3. Bruno 24 ottobre 2012 a 17:37 #

    Quando timbro il cartellino al lavoro saluto sempre quelli che incontro, anche se sono degli sconosciuti. In genere ricevo delle occhiate che vanno dallo smarrito (chi sarà questo) all’ostile (che vorrà questo)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: