L’auto non si vende più, ma il parco auto cresce (e a Roma è record negativo)

16 Ott

Il mercato dell’auto è in caduta libera, ma il numero di veicoli circolanti nei centri urbani del nostro Paese è in crescita. Sembra un paradosso, ma le cifre parlano chiaro: la densità di motorizzazione privata nei capoluoghi italiani si attesta oggi a 63,8 auto ogni 100 abitanti, uno 0,1% in più rispetto all’anno precedente (elaborazione bicisnob su dati Istat e Aci).

In pratica sono crollate le immatricolazioni, è rallentato il ritmo di ricambio del parco veicolare (la sostituzione di una macchina vecchia con una nuova), ma il possesso di quattroruote è rimasto immutato, anzi è in leggerissima crescita. Sembra quasi che siamo in una fase in cui molti utenti della strada sono alla finestra: aspettano di vedere che succede nella loro città prima di passare a un altro tipo di mobilità e rottamare definitivamente almeno una delle auto di proprietà del nucleo familiare.

Le città dove il rapporto tra auto e abitanti è più alto sono quelle di piccole dimensioni (68 veicoli/100 abitanti) mentre nelle grandi aree urbane la media scende a 57 auto/100 abitanti. Fa eccezione Roma, unica città metropolitana a raggiungere il valore record di 70 auto/100 abitanti.

Il dato più sorprendente in ogni caso è quello del rapporto tra numero di patentati e numero di veicoli con la targa che possono essere guidati solo con la licenza di guida. Allora: 38 milioni di italiani hanno la patente, ma i veicoli complessivi sono 58 milioni! Assurdo no?

5 Risposte to “L’auto non si vende più, ma il parco auto cresce (e a Roma è record negativo)”

  1. giovanna martellato 16 ottobre 2012 a 10:47 #

    Alcune domande. I dati sugli italiani con patente escudono i cittadini non italiani che risiedono e lavornano in Italia?
    Quale è la fonte di tale dato e quale è l’anno di riferimento il 2011?

    • lerane 16 ottobre 2012 a 11:02 #

      Sì, solo patenti legate alla residenza. Le statistiche sulle patenti di guida sono prodotte dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Dipartimento per i Trasporti, la Navigazione ed i Sistemi Informativi e Statistici – Direzione Generale per la Motorizzazione. Il dato è aggiornato al gennaio 2012. Il numero esatto delle patenti attive è 37.740.900

  2. Morlok 16 ottobre 2012 a 12:20 #

    A me, francamente, sembra più strano che tu dia per scontato che chi oggi non compra un’auto stia aspettando a vedere cosa succede alla viabilità nella propria città, mentre sembra molto più verosimile che chi aspetta lo faccia perché i soldi per comprarsi l’auto nuova non ce li ha, o non li vuole spendere.

    • lerane 16 ottobre 2012 a 13:12 #

      E’ ovvio che non è strano che si comprino meno auto visto che la crisi sta massacrando i consumi. La stranezza che segnalo è che, a fronte di una riduzione nell’uso del veicolo privato, ancora non è scattata la molla di liberarsi non dico della prima auto, ma almeno della seconda o della terza

  3. StefanoM 16 ottobre 2012 a 13:10 #

    Una certa quota del motivo potrebbe essere imputata al fatto che mentre prima ci si poteva permettere scooter + auto, adesso per via della crisi e dei costi di gestione, si sceglie di mantenere solo l’auto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: