Da oggi Alemanno non è più sindaco

10 giu

Mettiamola così: oggi è il 10 giugno 2013, s’è appena concluso il ballottaggio e Gianni Alemanno non è più sindaco di Roma. Prima delle amministrative il centrosinistra ha ripetuto il triste spettacolino delle primarie: si sono presentati Patrizia Prestipino, vicina al rottamatore Renzi, il presidente della Provincia Nicola Zingaretti e un’altra dozzina di candidati vari. Alla fine la spunta proprio Zingaretti (purtroppo non l’attore, quello che fa Montalbano, che se non altro recita bene, ma il fratello politico).

Che sensazione proverò il 10 giugno 2013 quando Zingaretti prende il posto di Alemanno? Un minuto di soddisfazione perché la città s’è liberata di Alemanno e poi di nuovo anni di niente perché la città ha scelto Zingaretti, uno che anche se fa politica da quando aveva 17 anni non è riuscito a fare una cosa che faccia esclamare “ah, però, guarda un po’ che è riuscito a fare Zingaretti!”. Si passa da un sindaco mediocre di centrodestra a un sindaco mediocre di centrosinistra.

Certo, Zingaretti sarà in grado di far funzionare il wi fi pure nei cessi della stazione Termini… Ma alcune questioni romane (l’eterna congestione da traffico, la monnezza, i trasporti da schifo, le rovine della Roma antica sempre più rovine…) rimarranno tali e quali. E gli anni passano. E Roma invecchia. E io pure.

Possibile che circa tre milioni di romani non sono in grado di trovare un sindaco decente? Idee?

 

P.S. E non me dite il comico Grillo sennò candido il Zingaretti attore

5 Risposte to “Da oggi Alemanno non è più sindaco”

  1. lerane 10 giugno 2012 a 21:10 #

    Reblogged this on Rassegna Stanca.

  2. Davide Alberelli 10 giugno 2012 a 21:23 #

    Premetto che non sono romano, ma torinese, e che, purtroppo, ho vissuto la situazione della tua provocazione quando è stato eletto l’attuale sindaco.

    Ti giro “contro” la domanda che fai, perché è la domanda che mi sono posto io quando ho capito chi avevano intenzione di candidare per la mia città. E non venivamo da un’amministrazione di centro destra ma dal sindaco che ha saputo cambiare il modo in cui gli abitanti di Torino si guardano allo specchio al mattino.

    Tu dici “Possibile che circa tre milioni di romani non sono in grado di trovare un sindaco decente?”
    Io te la rigiro in questo modo: “Possibile che tra circa tre milioni di romani non esista nessuno che abbia voglia di essere un sindaco decente?”
    La risposta a questa domanda è ovvia; allora candidatelo, eventualmente con la forza.

    • lerane 10 giugno 2012 a 21:34 #

      Giusta osservazione

  3. Albero 11 giugno 2012 a 11:24 #

    Magari un comico è meglio. Rutelli e Veltroni non hanno fatto molto di più credo. Sono lontani gli anni d’oro di Nicolini.

  4. fra 20 giugno 2012 a 11:21 #

    niente comici, per carità, ma servirebbe davvero qualcosa di più di zingaretti, hai ragione. chè poi per risolvere i problemi delle città non ci vuole certo grande inventiva, basta copiare dalle altre metropoli che quei problemi li hanno risolti. io non sono romano ma abito e voto a roma: chi possiamo candidare di meglio?

    ps: ho conosciuto l’attore zingaretti, hai ragione: è molto più spesso del fratello.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.985 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: